EMOZIONI CHE UCCIDONO, EMOZIONI CHE GUARISCONO

11.01.2015 19:24

EMOZIONI CHE UCCIDONO, EMOZIONI CHE GUARISCONO: L’ARTE DDI ATTIVARE LE EMOZIONI CHE GUARISCONO
Dott. Mauro Stegagno – Dott.ssa Carmela Travaglini

(Estratto dal libro: Emozioni che uccidono, emozioni che guariscono, Ed. OM, 2011, nuova edizione 2014)

Conscio, subconscio e inconscio

“La forza più potente dell’universo è l’influsso della  mente subconscia . Il corretto sviluppo del rapporto tra la mente subliminale e le facoltà oggettive è l’ “apriti sesamo” che dà accesso al più grande dei tesori: la facoltà di ricordare . Dal ricordo derivano naturalmente la riflessione, la visione, la conoscenza, la cultura e tutto ciò che trasforma l’uomo in un dio, benché ancora in germe” .

Edwin F. Bowers

 

Tutto quello che cade sotto i nostri sensi e di cui abbiamo coscienza, viene  definito “conscio” . Questo  comprende  solo  una  piccolissima parte di tutto quello che ci accade .Diciamo un 1 5 – 20 per cento .Tutto  il resto che ci ruota attorno durante la giornata avviene senza che ce  ne  accorgiamo  realmente . Questi dati possono essere racchiusi in un contenitore che chiamiamo “inconscio” .Una parte, quell’ ancora più  “superficiale”,  che percepiamo  con i sensi ma che il nostro organismo “filtra” prima che arrivi allo stato di consapevolezza, viene definita  come “subconscio” . Tra conscio  e  subconscio  esiste  uno  scambio notevole di dati e, con determinate pratiche, siamo  anche in grado  di accedervi con relativa facilità . Più  complicato appare  la possibilità di accedere all’inconscio vero, quello più profondo . Qui risiedono  memorie  antiche, e tutti i “programmi” che  utilizziamo nella  vita . Ancora oltre esiste,  come  sostenuto  da  Jung, l’inconscio  “collettivo”, una sorta  di  “matrice”  generale formato dall’insieme  di  tutti gli inconsci dell’umanità, ricchissimo di contenuti e informazioni bidirezionali: da un lato  queste giungono a noi da tutto ciò che ci circonda in  modo  multidimensionale, dall’altro,  le  stesse,  da noi ritornano all’Universo. Senza volerci approfondire eccessivamente in un argomento che ci porterebbe lontano, in questa sede è opportuno chiarire alcuni  aspetti  di  grande importanza  per la comprensione dell’origine dei nostri comportamenti e delle emozioni che viviamo. L’immagine che meglio  esprime l’importanza di  questi  stati  di  “conoscenza”  è  quella  dell’iceberg . La  parte  emersa  corrisponde  al  nostro  “conscio” .  Tutto  il restante  è  “l’inconscio”. L’acqua tra  gli iceberg  può  essere  assimilata all’inconscio  “collettivo” . Quello  che siamo, le emozioni che  viviamo, le idee  che  ci  formiamo,  ciò  che  gli altri  vedono  di  noi  e  quello che  noi  sentiamo  dentro, sono raffigurabili dalla punta dell’iceberg. È evidente che come tale parte della  montagna  di  ghiaccio,  per quanto  grande e importante  possa  essere, è ben poca cosa in confronto a tutto quello che gli sta sotto  e “attorno”. Da questa constatazione ne deriva chiaro il concetto che tutto  il  nostro  “conscio”, è  strettamente  dipendente da  un  grande  consigliere:  l’Inconscio . In  altri  termini  è importante  che  capiamo  come  i  comportamenti, le scelte, le  nostre  reazioni  e  regole di  vita,  trovano  certo  una  spiegazione  “oggettiva” nella  parte  conscia, ma sono  spietatamente  dipendenti da  tutto  quanto  sta  “sotto”.  Se,  ad  esempio, questa mattina decido di mettermi una camicia blu o verde,  o se provo simpatia verso una determinata persona, se sono incline ad affrontare le difficoltà senza lagnarmi o se, piuttosto, ogni piccola  contrarietà  diventa  un dramma,  bene,  tutto questo  è frutto del mio  inconscio . E’  conseguenza  di  quanto  “scritto”  in questa  parte  della  nostra “mente” . Ma chi  ha scritto  queste  modalità  di  risposta agli eventi della vita che mi condizionano così tanto da rendermi, alla resa  dei conti, dipendente e non libero nelle mie scelte? Bella domanda! Possiamo ipotizzare  che  nell’inconscio, soprattutto  il più  profondo,  vi  siano  “scritte” fin dalla  nascita,  informazioni transgenerazionali  che derivano  dalle  esperienze  dei  nostri avi . Queste informazioni possono  risiedere,  almeno  in  parte,  nei  geni, in  quella  zona  di  DNA  non  codificato,  così  detto  “spazzatura”, che costituisce  il  90%  del  DNA  totale . In  parte, si  può ipotizzare, che  tali  informazioni  si  trovino nell’inconscio “collettivo”, ipotizzato da Jung, che è la grande “Matrix” di cui facciamo parte e che porta con sé le informazioni non  solo di noi esseri umani ma di tutto l’Universo. Studi riportati anche dal Prof .Bruce Lipton nei suoi scritti indicherebbero che le stesse  abitudini  di  vita, l’alimentazione, gli stress  sopportati  dai  genitori ancora prima  di  concepire  un  figlio,  sarebbero  in  grado di modificare i loro geni con evidenti conseguenze sul nascituro. Più  concretamente dobbiamo sapere che il nostro inconscio è plasmato nei  primi momenti  e anni  della  nostra  vita . Dal  concepimento, durante  la  gravidanza  e  fino  ai 6 – 8 anni  di  vita  il bambino  è come  una  tavoletta  di  cera vergine in cui, chi  lo circonda,  è  in  grado  di  “scrivere”  qualsiasi  cosa. Di  bello  e  di  brutto . In  questa  fase della vita  non  è  possibile  per  il  bambino  “filtrare”  adeguatamente  le  informazioni che in tal modo sono regolarmente registrate passando  dal  conscio  all’inconscio  senza  ostacoli. Questo periodo  della  vita  è perciò  cruciale  per la  formazione  dell’adulto di  domani. Le  emozioni  negative  vissute in questa  fase  si  comportano  come  delle  “ferite” che, .se non adeguatamente “curate”, rimangono aperte e si  riacutizzano ogni  qual  volta  la  persona  si trova a  rivivere  situazioni  simili  o  assimilabili  a  quelle  che  hanno  causato  la  loro  formazione . Ecco, quindi,  che la  risposta  comportamentale  a  particolari  eventi  potrà  essere  “anomala”  determinando  reazioni  inadatte  sia  a  livello  psichico che biologico .Chi, ad esempio, ha vissuto nella paura nei suoi  primi anni di vita, potrà anche aver “dimenticato” gli eventi specifici  che  l’hanno  causata,  ma  la  mancanza  di  memoria  “conscia”  non  lo renderà  immune  da  comportamenti  fobici  o  ansiosi  ogni  qual  volta  rivivrà da adulto, situazioni che il suo inconscio (e NON il suo conscio)  metterà in correlazione con quanto già vissuto e soltanto “scordato”. La riattivazione  delle  vecchie “ferite”,  conseguente  a  specifiche  situazioni di vita reale, .spiega in modo chiaro ed esauriente, il perché  di  determinati  comportamenti. Ansia, paura, depressione, spesso immotivata, indecisione, arroganza o sottomissione, sono solo alcuni  degli  aspetti  che  possono  essere  fatti  risalire  a  traumi  irrisolti nei primi anni  di  vita . Tuttavia, nella  maggioranza  di  casi, siamo  portati  a  focalizzarci  su eventi  attuali  che  sembra  abbiano  scatenato  tali  sintomi In tal caso, non di rado ne appare l’inadeguatezza della loro  portata riguardo ai sintomi lamentati, per cui la persona potrà essere  considerata una “ipocondriaca” o nevrotica o che semplicemente se  la prende per un nonnulla .Questa consapevolezza presto giunge ad  averla anche lo stesso  interessato,  cosa  che  può  anche  farlo  stare peggio,  portandolo  a  perdere  altra  autostima . Ad  accompagnare  tutto  questo  sommovimento  emozionale,  andrà,  di  pari  passo, lo  squilibrio  neuro  endocrino,  immunitario  e  metabolico  (PNEI:  psico  –  neuro –  endocrino  –  immunologia)  che  determina  l’insorgenza  di  disturbi  e  malattie  di  ogni  tipo. Queste  sono,  non di  rado,  i  primi  sintomi  “seri”  che  le persone  lamentano. Tutta  la  Clinica  Medica  può  essere  rappresentata:  dal  raffreddore  ai tumori,  passando  per allergie, malattie cardiocircolatorie, ictus, infarti, diabete, cistiti, artriti, malattie neurologiche .

Come fare  allora  per  sanare  queste  “terribili”  ferite?  Occorre  poter  accedere  all’inconscio  conoscendo  gli  strumenti  adatti. Da  sempre  la  psicoterapia  ha  giocato  un  ruolo  di grande  importanza  per  questo,  ma  non  di  rado  è  possibile  affrontare  soltanto  i  problemi  a  livello  subconscio. Esistono  per  la  verità  altri  approcci  inerenti la  psicoterapia con  possibilità  terapeutiche  maggiori . L’ideale è  associare pratiche sinergiche e diverse .L’ipnosi, sia quella “classica”  che  tutte  le  tecniche  di  regressione,  sono  molto utili. Nella  nostra  esperienza abbiamo definito un vero e proprio “Percorso di Riequilibrio  Emozionale : E.R.T.
ERT  si  è  dimostrato, e lo conferma ogni giorno, di estrema efficacia nell’andare  a  “scrivere”  le  nuove informazioni  a  livello  inconscio  risolvendo  in tal modo le vecchie “ferite”. Oggi, con l’integrazione di “A .V .O” (Amore, Volontà, Obbiettivo), lavoriamo sempre di più sul “Qui e Ora” . permettendo  al  paziente di  arrivare  in  contatto  con  le  porzioni  più  profonde di sé stesso, fino a connettersi con l’inconscio collettivo da cui può “scaricare” ogni informazione di armonia gioia e benessere . La  capacità di  collegarsi  con  il  Tutto  potendo  ricercare  dentro  sé  stessi  quello che  sta fuori,  arrivando  ad  essere  una  unica  cosa  con  l’Universo, è  la  meta  realistica  di  questo  innovativo  Percorso  di  Guarigione .

 

ERT - AVO

(Dal sito www.ertmedico.com)

 

Volete risolvere i vostri problemi di salute, lavoro, affetti? Con E.R.T.- A.V.O. avrete lo strumento che vi serve! Voi ci mettete la vostra COSTANZA! e il gioco è fatto!

 

ERT, vera e propria evoluzione di TFT e di EFT, non è una “semplice” tecnica per aiutare le persone a ritrovare la propria salute e riattivare li propri talenti e capacità; ERT è soprattutto un vero e proprio “Percorso di Guarigione e di Attivazione” che si avvale  di diversi “strumenti” di Cura (le “tecniche), e che realizza una crescita spirituale del paziente e del terapeuta stesso. Prendendo spunto dagli insegnamenti di TFT e di EFT, abbiamo costruito un sistema di prevenzione, cura e attivazione emozionale del tutto innovativo e di significativa efficacia. In questa particolare dinamica di scambio energetico il Terapeuta, valutata la disponibilità del Paziente a intraprendere un tale cammino, lo prende per mano e lo conduce, novello Virgilio, alla conoscenza e consapevolezza del suo “Inferno”: il Subconscio dove risiedono la maggioranza delle cause dei suoi “mali”.

Compresa e metabolizzata questa esperienza, forte di una nuova consapevolezza, il Paziente, ora vero e proprio “iniziato”, può salire in “Purgatorio” dove finalmente rielabora i contenuti di cui è venuto a conoscenza in precedenza e pone le basi per potersene sbarazzare definitivamente giungendo così a immergersi nella Luce del Paradiso, riunendosi al proprio Sé. Questo significa tornare in possesso di tutte le proprie potenzialità che lo condurranno a realizzare il Compito della propria Esistenza.

L’approccio innovativo offerto da ERT è basato su un accorto impiego della kinesiologia applicata, della floriterapia, della bioenergetica cinese e delle pratiche di Qi Gong e Tai Chi “medico” che sono utilizzate con la Guida di un profondo sapere alchemico. Il vero e proprio Percorso di Guarigione - Realizzazione che ne scaturisce trasforma spesso la vita delle persone liberandole definitivamente da tutte quelle “credenze” e dai quei condizionamenti molte volte “transgenerazionali” che sono la vera palla al piede di chi soffre e la Causa Prima di tutte le malattie.

Fiducia, Forza, Autostima, Volontà, Sicurezza, Coraggio, Saggezza sono solo alcune delle doti che ERT è in grado di risvegliare in ognuno di noi.

Più di recente il rafforzamento della efficacia e l’incremento della rapidità di azione ottenuti, tramite l’utilizzo di “A.V.O.” (Amore, volontà, Obbiettivo) hanno arricchito questo approccio terapeutico che, quindi, abbiamo denominato “ERT – AVO”.

 

BIBLIOGRAFIA

Il libro dei Chakra, il sistema dei chakra e la psicologia, Ed. Neri-Pozza 1998
Le 5 ferite e come guarirle .Ed . Amrita 2002
The secret Ed. Macro 2007
Il potere dell’intenzione Ed . Corbaccio .2005
Mani di Luce Ed. Longanesi .1989
La Legge dell’Attrazione e l’incredibile potere delle emozioni Ed . TEA
Equilibrio Emozionale Ed. Tecniche Nuove 2000
L’Anello mancante del Segreto .Ed . BIS 2008
Energy! Ed. Sperling & Kupfer 2009

Mente, meditazione e benessere Ed .Tecniche Nuove .2004
Il Codice del benessere
La biologia delle credenze Ed . .Macro .2006
La mente è più forte dei geni Ed . Macro
Le emozioni che fanno guarire Ed .Mondadori .1998
Essere autore della propria vita Ed . Quintessence .2008
Dalle lezioni del maestro di QI GONG “LI XIAO MING”
I KING Ed. Astrolabio 1995

Tai Chi for Arthritis handbook
 - M° Dott. Paul Lam
Tai Chi for Diabetes handbook - M° Dott. Paul Lam
Omeopatia Bioenergetica
Ed . Tecniche Nuove

Medicina Kinesiologica Ed . Tecniche Nuove .2002


Kinesiologia Applicata Ed . Castello 1998
Manuale pratico di Kinesiologia Applicata. Ed. Tecniche Nuove, 2014
Il gioco trascendente dello Zen Ed . Lo Scarabeo 2008

La forza della gentilezza Oscar Mondadori 2005
La bellezza e l’anima Mondadori .2009
Bambini Indaco Ed . Macro .2003
Bambini Indigo Ed . Punto .D’Incontro .2003

L’Avventura Indaco-Cristallo Ed . Stazione Celeste 2008
Io sono il Verbo - Stazione .Celeste 2013

È il pensiero che conta - Macro edizioni 2009

Amare è lasciare andare la paura - Ed . Essere Felici 2007
Realizza i tuoi desideri - Il Punto di incontro 2012

I bagni derivativi - Ed . L’età dell’Acquario .2004